Un’alba nuova

Sulla desolata
Torre d’un castello
racconta di antiche guerre,
di re e regine,
di fanti e cavalli
stava in piedi
la fanciulla dai capelli al vento
a mirar i color dell’alba nuova.
Spiegate vele di barche all’orizzonte
nel mar dell’infinito azzurro,
dolce cullar di suoni d’onda
che su scogli leggere
si infrangono.

Roby Modesto Contarino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.