A Bruna

L’anima mia negli occhi di mia madre ti brama
non trova consolazione alcuna
Ed il mio amore interrotto non sfama.
Cerco nel mio mare il riflesso della luna
cerco nelle onde, nel vento e nella sabbia una risposta
ma il mio cuore è straziato e non ne ottiene alcuna.
Il ricordo porta l’anima mia a quel giorno fatale
io sapevo, tu sapevi, ma la bocca non parlava
e di quel giorno ricordo solo il cuor che mi faceva male.
Ho perso una persona, l’ho persa troppo presto
e ancora guardo il mare e cerco una risposta,
ma questa non arriva ed io domando il resto.
“Mi darai delle risposte?” Chiedo a Dio, con i piedi immersi nella sabbia
Nella sabbia del mio mare crotonese, con l’acqua fredda che lambisce le mie gambe
quasi a misurare quanta forza abbia.
Sono ancora sulla riva e parlo al vento con il mare in burrasca,
mi placa, mi dà consolazione, lo fa da sempre e sempre lo farà,
è un balsamo che attenua la mia irrequietezza, forse, ma non basta.
Alessandra Pupo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.