wp_14231406

Nuovi orizzonti

Ho sognato cieli neri cambiare di colore
onde bianche del mare accarezzare il tuo viso
vento impetuoso soffiare senza fare rumore
lacrime in lutto vedove del tuo amaro sorriso.
E ho nascosto i tuoi occhi chiari e profondi
mai nessuno deve più innamorarsi di te
il tuo cuore ha smesso di fare girotondi
e si è posato dolcemente sui miei perché.
Ogni attimo con te l’ho consegnato alle stelle
per poterti guardare anche quando sei lontana
nelle notti in cui il cielo accarezza la mia pelle
e le perle della nostalgia sono cadute dalla collana.

L’amore non si spreca

L’amore non si spreca anche quando torna indietro
e rimani da solo a chiederti dove hai sbagliato
i tuoi pensieri si specchiano come pioggia sul vetro
scivolando sul pavimento del tuo cuore bagnato.
L’amore non si spreca anche quando è un battito d’ali
ed il tempo in pantofole corre più veloce del vento
che scompiglia la chioma dei tuoi giorni tutti uguali
e soffia sul caminetto della passione che si era spento.
L’amore non si spreca anche quando non hai più energie
per cercare risposte che non trovi dentro ai suoi occhi
che non leggeranno mai nessuna delle tue poesie
perché per lei sono solo una serie di banali scarabocchi.

Gli amori impossibili

Gli amori impossibili ti svegliano al mattino
accarezzano il tuo cuore con unghie affilate
tra siepi di rugiada dove si nasconde il destino
che trasforma il freddo inverno in calda estate.
Gli amori impossibili non hanno mai un finale
attraversano mari in tempesta senza annegare
dentro barche illuminate dai lampi del temporale
In mezzo ad onde con i capelli bianchi da pettinare.
Gli amori impossibili sono tanti libri letti a metà
e poi abbandonati su scaffali pieni di polvere e tarli
dove i ricordi sono due innamorati che nascondono l’età
per paura che le rughe della vita vadano a cercarli.

Sotto la pioggia i nostri vestiti si inzuppano,
diventano pesanti,
la nostra vista si appanna e invano riusciamo a scorgere un riparo.
Sotto la pioggia il nostro corpo sente il freddo che lo circonda,
l’anima si stanca e correre via sembra impossibile.
Sotto la pioggia possiamo aprire il nostro ombrello alzare il cappuccio del nostro impermeabile e andare via,
senza capire che è proprio sotto la pioggia che il nostro corpo non soffrirà mai la sete
e la terra sotto di noi non sarà mai arida …

Emmanuele Saccà

Sorridimi

Sorridimi ancora di sera,
quando le ombre colorano di rosa i tramonti,quando all’alba le tue labbra brecciano i profondi silenzi della notte.
Abbracciami…
Quando i gabbiani, dalle ali bordate di nero,planano le onde irrequiete,
ma auguri al giorno che si colora d’incanto.
Ti guardo – il sorriso nei tuoi occhi, ha bandito,la mia solitudine, che più non frena,al roco vocio dei gabbiani, che planano leggeri le onde, più azzurre del mare.
Sorridimi ancora……
Di sera….

Domenico Pitingolo

Un attimo…per rivivere

Mi piacerebbe annegare nella profondità
dei tuoi occhi fulgenti – il mio sguardo –
che cupo ti penetra dentro;
inumidire le tue labbra di pietra;
detergere il tuo volto rugato
di lacrime in declivio silenti.
Rivivere il ricordo che il tempo –
con forza –
prova a sotterrare nel buio della notte.
Ti cerco – ti sfioro – ti regalo
la vita .
Incredula – frastornata – mi guardi .
Assaporo – automa – il tuo pianto,
Le tue lacrime non sono più amare ,
ma dolci .
Ti abbraccio .
I tuoi occhi sereni, hanno rubato
d’incanto –
il colore del cielo.

Domenico Pitingolo

Canto all’amore

Cercami all’alba
quando l’aurora colora il
Mare di azzurro,
quando i gabbiani tubano sulla battigia volteggiando sulle onde che più non sanno di sale.
Profumano di mare i silenzi
che più non temono il buio della notte.
Ed in segreto serberò sulle labbra il sapore lascivo dei tuoi baci

Domenico Pitingolo