Il mare

Incantevole come non mai, quiete e bugiarda, si agita ad ogni alito di vento,

si innalzano le onde, cantano le maree che è un incanto, ma anche un fermento.

Non ha strada né sentieri, ci passano sulle navi e dal cielo gli aerei.

Lo accarezza il sole, lo circonda il cielo e l’illumina la luna.

Forte come lei nell’universo, oltre alle stelle, non c’è nessuna.

Quel mare dal volto stupendo, a volte ci incanta, ci avvolge e ci fa sognare,

ad istanti si infuria, si innalza e ci fa turbare, poi docilmente

sulla spiaggia si fa coccolare.

Non hai eserciti se non il popolo degli abissi,

nessuno la domina, della terra e una sovrana.

Una regina potente, le sue perenni ricchezze a volte le offre alla gente.

Il mare è di chi lo ama e lo apprezza,

non di chi non lo considera e senza pietà lo sfrutta.

Nel suo nome è quello del suo Creatore,

meditiamo su ogni goccia di questo spettacolo senza fine,

liberi di sperare imparando a rispettarlo con amore.

Pasquale D’ Emanuele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.