La carezza

Forte e più forte spingi la spuma bianca a mangiare la sabbia
forte e più forte obblighi i miei pensieri ad andare indietro…
a penetrare l’impenetrabile passato
a quando ero felice
vogliosa di vita e di cose da fare
spumeggiante di idee e di sogni
ignara di ciò che sarebbe accaduto.
Quando solare e riccioluta pensavo che tutto mi fosse possibile…
perché da tutti mi sentivo amata.
Poi il tempo, che dapprima credi amico…con il desiderio che hai di
diventare grande…
ma è traditore
inizia pian piano…poi sempre più in fretta a mangiarti la vita
a frantumare le tue certezze
a ridurti le idee
a dissipare i tuoi sogni
lui gode nel vedere svanire i tuoi riccioli e il tuo sorriso
pretende con forza di invadere tutto il tuo cuore e i tuoi pensieri…
sottobraccio a coloro che pensavi ti volessero bene.
Che dolore…forte…mi buca la mente e diventando reale mi trapana
il cuore…
Mi alzo e ti vengo incontro
mi sei rimasto solo tu…
Come se mi avessi letto dentro ti calmi…
e lentamente mi bagni i piedi
è una carezza…la tua.
Maria Teresa Cizza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.